Home page >> Da visitare >> Chiesa Parrocchiale di Santa Sinforosa o Santa Maria Assunta
Chiesa Parrocchiale di Santa Sinforosa o Santa Maria Assunta PDF Stampa Email
Turismo e Cultura - Da visitare
Lunedì 25 Marzo 2013 11:33

La chiesa di Santa Sinforosa o di Santa Maria Assunta risale al 1438. L'introduzione a Tossicia del culto di Santa Sinforosa si deve, probabilmente, all'iniziativa del pontefice di origine tossiciana, StefanoIII (768-772), il quale probabilmente traslò qui le reliquie della santa, martirizzata nel 153 dall'imperatore Adriano per aver rifiutato di offrire sacrifici agli dei presso il tempio di Ercole a Tivoli. La facciata della chiesa è realizzata in mattoni faccia a vista con un portale sormontato da un'arcata a tutto sesto, alla base della quale sono incastonate due statue di precedente creazione. Si tratta di due teste scultoree di fine XIV secolo, rappresentanti la Vergine e l'Angelo Annunciante probabilmente facenti parte dell'originario complesso architettonico, in parte logorate dai segni del tempo, ma che tuttavia conservano tutta la loro espressività e il loro fascino. Al di sopra della lunetta è posto lo stemma degli Orsini. Nella facciata laterale è situato un altro portale sormontato da un timpano ad arco inflesso, di chiara matrice veneta, recante uno stemma nobiliare, fiancheggiato da due colonne tortili, alla sommità delle quali sono rappresentate la Vergine e l'Arcangelo Gabriele. L'interno della chiesa è suddiviso in due navate: la principale, più estesa in lunghezza, termina con un'abside; l'altra, invece più piccola è con fondo rettilineo ed è stata probabilmente edificata in un secondo momento per ampliamento realizzato nel XIV secolo. La chiesa è un'esplosione di opere d'arte che si stagliano imponenti agli occhi del visitatore e di chi vi si raccoglie in preghiera. Le pareti laterali e quella frontale sono adornate da altari tutti riconducibili allo stile rinascimentale o barocco, impreziositi da un gran numero di opera di arte sacra. Nella navata principale è situato un altare in stile rinascimentale datato, secondo l'epigrafe, 1587. Armonico e contenuto nella forma, è composto da una grande nicchia centrale che, nell'estremità superiore, riproduce la classica forma della conchiglia. Nella chiesa si possono ammirare, inoltre, numerose altre statue tra le quali le più antiche sono quattrocentesche e cinquecentesche. Vi si trovano la Madonna che adora il Bambino, Santa Maria Assunta, Cristo deposto, Cristo risorto, Cristo crocifisso, la Maadonna Addolorata, l'Arcangelo Gabriele, Santa Sinforosa, Sant'Emidio in antichi paramenti sacri.

 
Valid XHTMLValid CSS